I Più Brutti

 

 

Il mio Commento alla serata della

"Notte degli Oscar" 2006

 

 

Vai alla pagina di Nomination e Vincitori

Vai ai "Contatori" delle Nomination e delle Statuette

5 Marzo 2006

 

www.oscar.com

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Leggi anche le

Opinioni dei Visitatori

di Movie Maniac

e invia il tuo commento

 

 

 

 

 

Oscar 2006     

Commento alla Serata

 

I Vincitori  

E' stata (quasi) la serata di "I Segreti di Brokeback Mountain": tre dei premi principali (Migliore Sceneggiatura, Migliore Colonna Sonora, Migliore Regia) sono andati al film che racconta la storia d'amore tra due cow-boy. Per la pellicola di Ang Lee era data per scontata, però, anche la statuetta come Migliore Film, che invece è finita nelle mani di "Crash - Contatto Fisico".

Il migliore attore è stato, secondo tutte le previsioni (e a conferma di quanto avvenuto alla serata dei Golden Globe) Philip Seymour Hoffman (per "Truman Capote - A Sangue Freddo")... e chissà che la cosa non spinga a distribuire meglio il film nelle sale Italiane.

Attesa anche la vittoria della bravissima (anche per l'interpretazione delle canzoni del film) Reese Witherspoon, ancora una volta conferma dei Golden Globe, premiata per il film sulla vita di Johnny Cash "Quando l'Amore Brucia l'Anima - Walk the Line".

In un panorama in cui, dopo molti anni, gli effetti speciali non mi sono parsi straordinari, ne ha approfittato "King Kong", film non eccezionale che vince 3 statuette tecniche (per gli effetti visivi e sonori e per il sonoro) facendo quasi en-plain rispetto alle 4 nomination avute.

Inevitabile, per la categoria Migliore Documentario, la vittoria di "La Marcia dei Pinguini", il film che ha conquistato tutto il mondo e ha registrato, negli Stati Uniti, incassi record (anche senza Fiorello... o forse grazie al fatto che non c'era Fiorello a doppiare).

Non male "Le Cronache di Narnia" che su 4 nomination porta a casa 1 statuetta.

Analoga sorte per "The Constant Gardener - La Cospirazione", che però ottiene un premio più importante: la Migliore Attrice non Protagonista è infatti Rachel Weisz.

 

Le Sorprese 

La sorpresa maggiore è stata "Crash - Contatto Fisico", film che in Italia non ha funzionato molto bene, ma che si è portato a casa ben 3 statuette (su 6 candidature): per la migliore sceneggiatura originale, per il miglior montaggio e, soprattutto, ha vinto come Migliore Film dell'anno, soffiando il premio a "I Segreti di Brokeback Mountain", dato da tutti come favorito fino ad un secondo prima dell'annuncio. Purtroppo non ho visto "Crash", ma non penso comunque che possa essere all'altezza di "Brokeback Mountain".

Mi pare inspiegabile, eppure il premio al migliore film di animazione è andato, secondo me, al peggiore (pur bello) dei tre candidati: Wallace & Gromit in "La Maledizione del Coniglio Mannaro" hanno battuto i due magnifici film animati concorrenti: l'originalissimo (forse troppo per l'Academy) "La Sposa Cadavere" di Tim Burton e il geniale "Il Castello Errante di Howl" di Miyazaki.

Anche "Memorie di una Geisha", poco apprezzato dalla critica, è un'inattesa sorpresa, visto che si guadagna 3 statuette tecniche (su 5 nomination) per la fotografia, le scenografie e i migliori costumi, sconfiggendo la candidatura italiana di Gabriella Pescucci per "La Fabbrica di Cioccolato".

 

Gli Sconfitti 

Se George Clooney deve essere contento della statuetta vinta come migliore attore per "Syriana" (l'incomprensibile film su complotti internazionali legati all'estrazione del petrolio), il suo "Good Night, and Good Luck." è uno dei principali sconfitti: 6 nomination, nemmeno un premio. In effetti mi pare un'ingiustizia, pur essendo la concorrenza molto forte.

Altro sconfitto (5 nomination, 0 Oscar) è stato il "Munich" di Steven Spielberg. In effetti non era annoverato tra i favoriti e a dir la verità nemmeno era all'altezza dei principali concorrenti.

"Orgoglio e Pregiudizio" (4 nomination), "Cinderella Man" (3), "La Guerra dei Mondi" (3) e "History of Violence" (2) non sono riusciti a guadagnarsi nessun premio. E se è un peccato per i film sul famoso boxeur di Ron Howard e per la pellicola diretta da un ottimo Carpenter, che un premio andasse a una schifezza come "La Guerra dei Mondi" sarebbe stato uno scandalo.

In parte sconfitto risulta anche "I Segreti di Brokeback Mountain" che su 8 nomination ha vinto "solo" 3 premi, anche se importanti. Ma, soprattutto il film di Ang Lee ha mancato l'obiettivo di essere votato come Migliore Film dell'anno e ha ottenuto solo un pareggio (in termini di premi) con "Crash". Avrebbe certamente meritato di più.

Ancora una volta l'Italia non ce l'ha fatta (non che avesse, a mio parere, molte chance). "La Bestia nel Cuore" ha dovuto, come previsto, cedere la palma del vincitore al film sudafricano "Il Suo Nome è Tsotsi". Sfumate nel nulla anche le candidature di altri due italiani: Gabriella Pescucci (peccato per i fantasiosi costumi di "La Fabbrica di Cioccolato") e Dario Marianelli per le belle musiche di "Orgoglio e Pregiudizio".

Il 2005 non è stato certamente l'anno dei kolossal: hanno prevalso nettamente film più piccoli, prevalentemente indipendenti. Oltre al bistrattato (una sola nomination), ma magnifico, "La Fabbrica di Cioccolato", e all'ingiustamente sottovalutato "The New World - Il Nuovo Mondo" anche il terzo episodio di "Star Wars" e il quarto di "Harry Potter" (entrambi con una nomination tecnica) sono rimasti a bocca asciutta.

 

Curiosità

Il premio per la carriera è andato al regista Robert Altman ("MASH", "Americani", "Gosford Park").

La Notte degli Oscar, edizione 2006, è stata condotta da Jon Stewart (famoso comico, negli USA) ed è stata trasmessa in diretta dal Kodak Theatre di Los Angeles.

La serata è durata dalle ore (italiane) 2,00 alle 5,35 circa.

Leggi le Opinioni dei Visitatori di Movie Maniac

Vai alla pagina di Nomination e Vincitori

Vai ai "Contatori" delle Nomination e delle Statuette

 

Home;   Novità;   Giovedì d'essai;   Cinema in Tavola;   Classifiche;   Zio Oscar;   Incantevole Audrey