A Beautiful Mind

 

di Elena Scaccabarozzi

Voto

8,10

Genere

Drammatico

Nazionalità

USA

Anno

2001

Interpreti

Russell Crowe, Jennifer Connelly, Ed Harris

Regia

Ron Howard
Premetto che sono andata a vedere questo film senza conoscerne minimamente la trama e sicuramente questo fatto ha contribuito a farmi apprezzare maggiormente la visione. È un bel film, interpretato da un grande Russell Crowe che, lasciati i panni da rude sex symbol romanico, si trasforma in un essere debole e geniale, pericoloso e dolce. Non è uno di quei film che ti lascia a bocca aperta o che ti strappa lacrime di disperazione o risate a crepapelle; è un film che nel suo svolgersi accarezza delicatamente tutte le nostre emozioni: l’ironia degli anni dell’università unita ad un pizzico di antipatia per questo giovane asociale; la “normalità” del lavoro e dell’incontro con l’amore; la disperazione della malattia e la paura della sofferenza; infine la commozione del riscatto e la forza della volontà. In una frase è uno di quei film che ti lasciano il tempo di riflettere e di crescere con i personaggi della storia. Anche senza arrivare agli eccessi della schizofrenia, che in tanti casi non possono essere superati con la forza di volontà e con gli affetti, ognuno di noi può riconoscersi in certi aspetti della storia, o comunque può cogliere spunti per la propria vita. Lungi dall’essere un film didattico, ben inteso, ma questa è la chiave di lettura che io voglio usare, perché ogni film alla fine arriva a raccontare qualcosa di diverso ad ognuno di noi e ognuno rielabora le storie che “legge” durante la propria vita in modo del tutto personale. Andate a guardare il film e poi mi saprete dire!

Elena