Il Pianeta della Scimmie

 

di Giuseppe Verona

Voto

s.v.

 

Un ultimo sguardo all'orologio atomico di bordo prima di abbandonare definitivamente la nave che affonda. La data è 25 Novembre 3978 : la nave ha viaggiato nello spazio per 2000 anni terrestri.

 

non me l'hai mai detto : perchè questa è chiamata “La Zona Proibita”?

nessuno lo sà : è un'antico Veto decretato dalle Sacre Pergamene.
Colui che Fece La Legge indicò tutta questa regione come Mortale

Genere

Fantascienza

Nazionalità

USA

Anno

1968

Interpreti

Charlton Heston, Roddy McDowall, Kim Hunter, Maurice Evans
Regia
Franklin J. Schaffner
Se si viaggiasse a bordo di un'astronave velocissima ad una velocità prossima a quella della luce, il tempo scandito dagli orologi di bordo rallenterebbe. Questo fatto, noto come Dilatazione del Tempo, è paradossale e apparentemente illogico, ma è già stato verificato sperimentalmente. Quindi un ipotetico viaggio nello spazio, verso un'altro pianeta, per gli astronauti sarebbe anche un viaggio nel futuro. Su questo principio si basa la struttura narrativa de "Il Pianeta delle Scimmie".

Quattro astronauti salpano a bordo di una navicella a propulsione atomica, una specie di Nautilus spaziale del XX secolo. Quello che per essi è un viaggio di soli 18 mesi, in virtù della Dilatazione del Tempo, equivale a ben 2000 anni terrestri. Alla fine del viaggio ammarano su un pianeta sconosciuto e misterioso, ma adatto ad ospitare la vita.
Le motivazioni che li spingono a compiere un'impresa così folle, praticamente un viaggio senza ritorno al termine del quale non solo non rivedranno più i loro contemporanei, ma nemmeno la loro civiltà, sono le più varie e contraddittorie.
Il desiderio di vivere una vita lunghissima, l'ansia di conoscere il futuro, la disaffezione verso l'umanità, il desiderio di procreare come una nuova Eva. Inoltre la civiltà che li ha inviati nello spazio sembra presagire la propria fine come imminente. A causa di un cedimento strutturale l'astronave affonda subito dopo l'ammaraggio in un lago salato al centro di un deserto. I superstiti, dopo alcuni giorni di cammino scoprono una civiltà dominata da primati che vivono in una condizione vagamente simile a quella di una società terrestre pre-industriale. Una serie di eventi drammatici disperderà gli astronauti, mentre l'ultimo superstite lotterà senza quartiere contro la barbarie del popolo delle scimmie fino al giorno in cui farà una terribile scoperta ...

La bellezza dei paesaggi desolati, la sofisticata colonna sonora e una trama avvincente, fanno de "Il Pianeta delle Scimmie" un film ricco di fascino e di mistero.

Giuseppe