Bambola

 

Voto

3,55

Genere

Drammatico

Nazionalitą

Spagna / Italia / Francia

Anno

1996

Regia

Juan Josč Bigas Luna
Si potrebbe scrivere un trattato su tutte le ridicolaggini contenute in "Bambola". A partire dalla protagonista: Valeria Marini come attrice non esiste proprio, non solo per quel suo buffo accento sardo, ma anche per la scarsa convinzione con cui "recita", per la completa mancanza di espressivitą con cui pronuncia ogni singola battuta del copione, costantemente imbronciata (o forse tutto č dovuto alla chirurgia plastica che da quella forma alle sue labbrone?). Le dive vere non sono quelle che sanno solo scendere una scala. Bigas Luna come regista potrebbe con successo dedicarsi ai film-panettone natalizi (come quelli dei Vanzina o della premiata ditta Boldi-De Sica). Facendo un film serio, farebbe morire dal ridere, come succede in questa sua malriuscita "opera". Imbarazzanti le performance di tutti gli interpreti, anche il solitamente bravo Stefano Dionisi in questo contesto non funziona; non parliamo poi del ridicolo personaggio interpretato da Anita Ekberg, o dell'animalesco Jorge Perrugorģa (costantemente in accappatoio e mutande). La storia non si capisce dove voglia andare a parare, si capisce solo che č stupida, sembra realizzata senza professionalitą e non da la benchč minima idea della tragicitą che vorrebbe comunicare. Se si trattasse di un film comico, "Bambola" meriterebbe un voto vicino al 10.
Ideale per... morire dalle risate; anche se non siete cinefili, "Bambola" vi assicurerą una serata di completo spasso, magari in compagnia dei vostri amici.