Fantasia

 

Voto

8,95

Genere

Animazione

Nazionalità

USA

Anno

1940

Produzione

Walt Disney

Regia

Vari
Questo film-capolavoro di animazione risale al 1940, e non pare vero. Già di per sè l'idea di trasporre delle musiche tanto celebri in immagini è geniale: si è inventato un modo per dare la possibilità di seguire piacevolmente un concerto di musica classica in una sala cinematografica. Il risultato è un inno alla fantasia, un interprete di musiche in immagini. Non tutti i brani sono ugualmente riusciti, ma complessivamente si tratta di un'operazione di livello molto alto, solo un poco appannata dal trascorrere del tempo. Si passa dall'"Apprendista stregone" di Dukas, uno dei più celebri spezzoni di cinema della storia, alla sesta sinfonia, la pastorale, di Beethoven, passando attraverso Bach e Schubert, saltando da un ritmo all'altro senza alcun problema. "Fantasia" riesce addirittura a rendere leggiadro un corpo di ballo di ippopotami, riesce a rendere simpatico Topolino, incanta con colori ora vivaci, ora molto più tetri, sia raccontando una storia compiuta che usando un linguaggio più astratto. In origine si era pensato il progetto prevedeva che ogni anno "Fantasia" dovesse uscire con un nuovo aggiornamento, un nuovo brano musicale vissuto dagli artisti Disney in immagini, ma, almeno in prima battuta, il film non ebbe il successo sperato (peccato!) e così abbiamo atteso sessanta anni prima che arrivasse il successivo "Fantasia 2000" 
Ideale per... chi ama la musica classica, e per chi vuole cominciare ad appassionarvisi... e per chi non ha mai assistito ad un concerto in un cinema.