Gosford Park

 

Voto

7,90

Genere

Giallo

Nazionalità

USA

Anno

2001

Interpreti

Maggie Smith, Alan Bates, Kristin Scott Thomas, Ryan Phillippe, Emily Watson

Regia

Robert Altman
Opera raffinata ed elegante, in perfetto stile British. I ritmi rilassati si integrano perfettamente con la campagna inglese in cui la vicenda è ambientata. Tutta la narrazione e i personaggi di "Gosford Park" prendono forma, crescono e si muovono a poco a poco, lentamente ma inarrestabilmente, proprio come la fitta nebbia che caratterizza queste zone, nella quale si resta intrappolati da un momento all'altro. Anche i colori del film sono molto smorzati, quasi nebulosi e plumbei. Le storie si incrociano tra di loro viste da due punti di vista differenti (i nobili e i rispettivi servitori, il cui servizio non sempre è asettico e distaccato come dovrebbe).  Ci sono continui salti e cambiamenti di punti di vista che evitano però il rischio di guastare la continuità della storia, danno alle vicende ed ai fatti maggiore consistenza e sono volti a sottolineare i due diversi modi di vedere.  Il tutto ricrea atmosfere anni '30 (il film è ambientato nel 1932) e riprende molte caratteristiche e situazioni dei libri di Agatha Christie; in più ci sono anche sprazzi ironici che impreziosiscono qua e la il film. "Gosford Park" sembra una ricostruzione, un rimando diretto ad un tipo di cinema che non c'è quasi più: un film dai toni apparentemente smorzati, tutto puntato sulla sceneggiatura e sulla bravura degli interpreti; forse per questo lo si può considerare un film fuori tempo, forse per questo il grosso pubblico non lo apprezzerà.
Ideale per... gli amanti del giallo e chi per una sera vuole assaporare il gusto molto particolare di questo film che sembra essere riemerso da altri tempi.