Top Film della Stagione

          Febbraio 2002         

Black Hawk Down

 - Black Hawk Abbattuto

Scheda               

Regia

Ridley Scott

Genere

Guerra

Anno

2001

Nazionalità

USA

Interpreti

Josh Hartnett, Ewan McGregor, Tom Sizemore, Sam Shepard

Titolo Originale

Black Hawk Down

Durata

2 h, 24'

Il Voto                                    

8,65 /  10

Il Plot

        Questo film racconta un tragico episodio dell'intervento dell'esercito degli Stati Uniti in Somalia, nel 1993. Gli americano sono a caccia di alcuni dei collaboratori del generale Aidid e, durante una missione nel cuore di Mogadiscio che sembrava doversi concludere in un lampo, viene abbattuto un elicottero Black Hawk... 

Secondo me… 

        La guerra, nuda e cruda. Questo è "Black Hawk Down", un vero pugno nello stomaco, un racconto di guerra in cui si evita con cura di smorzare i toni, di nascondere la violenza o le atrocità di un campo di battaglia.

    Ancora una grande prova di regia per Ridley Scott (dopo "Il Gladiatore" e "Hannibal"). Aiutato dal sapiente montaggio del sempre bravo Scalia e dai bravissimi tecnici del sonoro, ci butta fra le desolate strade di Mogadiscio, al centro dei combattimenti, ci fa piovere addosso macerie, schegge, polvere, brandelli di carne, sangue,... senza mascherare nulla. Il regista va anche oltre la crudezza dei primi trenta minuti di "Salvate il Soldato Ryan"

    Altra nota di merito si ricava dal confronto con quest'ultimo bellissimo film: Scott non sconfina nel patriottismo con cui Spielberg aveva condotto la seconda parte della sua opera interpretata da Tom Hanks. E' riuscito invece a rendere i suoi personaggi degli eroi mettendone in risalto non solo il coraggio, ma anche le insicurezze, i dubbi, le frustrazioni dovute al fatto di non essere compresi, in patria; eroi, sì, ma, per una volta, più umani del solito, uomini di tutti i giorni che fondano il proprio coraggio sulla propria indistruttibile volontà e sulla forza delle proprie convinzioni. 

    Il film non analizza le cause politiche che hanno portato all'intervento statunitense nel conflitto, accenna solo alle perplessità che questo intervento suscita a Washington. Tutto è vissuto dal punto di vista dei soldati americani, ma, per una volta, senza arrivare a disprezzare le ragioni del nemico. Non c'è il classico personaggio-carogna cattivissimo che rappresenta il fronte avversario, o l'odio per chi massacra i soldati americani (come, ad esempio, in "Pearl Harbor"); il nemico non è nemmeno invisibile come in "Apocalypse Now" o "La Sottile Linea Rossa"). Viene rappresentata una battaglia fra uomini che moralmente vengono posti sullo stesso livello, ognuno con le proprie ragioni per combattere, ognuno con la propria dignità. Anche se, alla fine, inevitabilmente lo spettatore è portato a schierarsi, a tifare e a soffrire con i giovani soldati Americani. 

    Un film certamente violento, sconsigliabile ai più deboli di stomaco, ma che riesce a ricordarci ancora una volta la crudeltà estrema, i rischi, l'orrore di una guerra. Anche una impresa che sembra facile può risolversi imprevedibilmente in una carneficina. E, scusate se è poco, ma succede di rado che un film americano di questo genere finisca senza troppi trionfalismi, ma con la forza di un'opera capace di far nascere una lucida riflessione su un argomento, anzi, su una piaga purtroppo ancora molto attuale.

  Daniele T.

Vedi Anche...

Il sito ufficiale del film

www.spe.sony.com/movies/blackhawkdown/

Visione del film: 14/2/02   -   Recensione: 15/2/02

I Voti degli Altri

La nostra classifica

Ciak

Corriere della Sera

International Movie Data Base

Incassi (Italia - USA)

8,67 / 10

Molto Bello

**1/2 / 5

 Deboluccio

**** / 5

 Molto Bello

8,00 / 10 Medi - Molto Alti

Scrivete la vostra opinione e il vostro voto a: dt.moviemail@libero.it