Top Film della Stagione

          Agosto 2000         

Fuori in 60 Secondi

Scheda               

Regia

Dominic Sena

Genere

Azione

Anno

2000

Nazionalità

Usa

Interpreti

Nicolas Cage, Giovanni Ribisi, Robert Duvall, Angelina Jolie 

Titolo Originale

Gone in 60 Seconds

Durata

1 h, 57 '

 Il Voto

6,80  /  10

Il Plot

   Memphis (Nicolas Cage) è un ex ladro di auto, a quanto pare il migliore al mondo, che viene costretto da "problemi familiari" a tornare al suo vecchio mestiere. 

 Secondo me… 

   E' interessante sapere quanto si siano dati da fare per realizzare questo film: tutti gli interpreti hanno sostenuto training ad hoc in differenti scuole di guida, è stato interpellato uno dei migliori restauratori di automobili d'epoca, sono state ricostruite addirittura 11 copie della vettura protagonista dell'inseguimento finale (ognuna con una sua particolarità in funzione della scena da girare), Ribisi e Duvall hanno fatto veri e propri corsi di apprendistato presso carrozzieri e ricostruito addirittura una Camarano del '66, i produttori hanno setacciato saloni e esposizioni per selezionare i modelli di auto da utilizzare nel film, è stato addirittura scritturato un ex-ladro di auto che insegnasse agli interpreti i trucchi del mestiere. Un impegno notevole, insomma. 

    Peccato che la stessa attenzione non sia stata riservata alla sceneggiatura. L'ho trovata abbastanza banale, senza uno spunto che avrebbe potuto differenziare in qualche modo la fragile storia di questo film da quella di tanti altri action-movie ad esso simili. Anche il personaggio che, per salvare la famiglia, si vede costretto a tornare su alcune scelte che gli avevano fatto cambiare vita si è appena visto, al cinema, in "Il Patriota". Con una piccola differenza: in quest'ultimo film era evidente il tormento di Mel Gibson, qui Nicholas Cage non si spreca più di tanto per rendere questa situazione. 

    I dialoghi sono quelli che ci si può aspettare quando a produrre è uno specialista in film "fracassoni" come Jerry Brukheimer: mi sembrano particolarmente sintetici e, allo stesso tempo, poco significativi, rispetto, ad esempio, a quelli di "Armageddon" (prodotto dallo stesso Brukheimer). Il regista ha forse cercato di sopperire a queste lacune riempiendo il vuoto lasciato dai dialoghi con il rombo dei motori, con lo stridore degli schianti o altri effetti sonori di questo tipo; oltre che con la colonna sonora (comunque molto appropriata ad un action-movie). 

    Le scene migliori sono quelle di inseguimento: ci si fa coinvolgere dal ritmo forsennato del montaggio che viene ancora più esasperato dall'uso di zoomate della macchina da presa (non ricordo altri film in cui ciò succedeva, potrebbe essere qualcosa di innovativo!). Penso comunque che non si possa basare un film completamente su inseguimenti in macchina e sulla riuscita dell'aspetto tecnico con, in primis, l'eccessiva esasperazione della struttura sonora.

    Anche gli interpreti, secondo me, non contribuiscono molto a portare valore aggiunto all'operazione. Il protagonista, Nicholas Cage, sfodera la sua poliedrica espressività basata essenzialmente su due capisaldi (forse unici): faccia da pesce lesso seria e faccia da pesce lesso con sorriso. Ha tentato anche di rinnovarsi rispetto ad altri film cambiando colore ai capelli, ma con scarsi risultati. La scena che forse sarebbe servita per dare spessore al suo personaggio (quella in cui ascolta la musica prima di mettersi all'opera), alla fine risulta abbastanza ridicola. Non parliamo poi del fratello di Cage, interpretato da Giovanni Ribisi: quando interpreta la parte della persona ubriaca e del fallito sembra poco naturale, anzi, completamente fasullo; quando, completamente redento nell'arco di una giornata o due, interpreta l'assennato collaboratore del fratello sembra una persona ubriaca e fallita. L'interpretazione di donna fatale e dura allo stesso tempo (Angelina Jolie) non è male: probabilmente l'attrice si trovava molto a suo agio nella parte. Peccato che il suo personaggio abbia la consistenza di un gelato al sole. E questo vale anche per altri personaggi del film. Ad esempio, l'anziano ex-socio di Cage (Rober Duvall), che decide di cambiare il modo in cui aveva scelto di vivere (stando lontano dai guai) nell'arco di un secondo e mezzo, senza (sembra) pensarci minimamente.

Il Consiglio 

    Complessivamente "Fuori in 60 Secondi" risulta un film divertente, coinvolgente quando si corre e, tecnicamente, ben riuscito. Se volete passare una serata di svago al cinema, senza essere costretti a pensare troppo, questo è il film che fa per voi. Comunque, non fa male e non ha conseguenze nocive sulla psiche dello spettatore: probabilmente tra un paio di mesi si sarà già dimenticato di aver visto questo action-movie, o lo confonderà con qualche altro simile. Se siete appassionati di motori e vi piace il loro rombo, allora avete un motivo in più per andare al cinema: vi lustrerete gli occhi come ad una fiera davanti ai favolosi modelli di auto d'epoca o meno, le vere protagoniste di "Fuori in 60 Secondi". Penso che per gli appassionati di motori o per chi sospira vedendo una Ferrari, questo film presenti un certo fascino.

  Daniele T.

Ma questa è solo la mia opinione; voi che ne pensate…?

Il sito ufficiale del film

http://studio.go.com/movies/goneinsixty/frames.html

Visione del film 15/8/00   Recensione 21/9/00

I Voti degli Altri

La nostra classifica

Ciak

Corriere della Sera

International Movie Data Base

Incassi

6,80 / 10

Così così

    5,70 / 10 Medi

Scrivete la vostra opinione e il vostro voto a: dt.moviemail@libero.it