Top Film

della Stagione

 

 

Settembre 2004

 

 

 

Scheda

Voto & Vota

In

Breve...

Plot

La Recensione

Sito del Film

I Voti

Le Date

Commenta tu... I Visitatori di MM

 

Alexander

Scheda               

Regia

Oliver Stone

Genere

Storico

Anno

2004

Nazionalità

USA

Interpreti

Colin Farrell, Angelino Jolie, Val Kilmer, Anthony Opkins, Jared Leto

Titolo Originale

Alexander

Durata

2 h, 53 '

 

Il Voto            

8,00 /  10

Dai il TUO voto al Film

inserisci il tuo indirizzo e-mail  

e... vota!

      

 

   non voglio essere inserito nella mailing-list

 

Controlla il voto medio del film...

o la Posizione del film nella "MM Parade"

 

In breve...

In Nord America "Alexander" è stato un flop colossale e la critica lo ha fatto a pezzi. Qualche difetto c'è. Ci sono i labbroni di Angelina Jolie, c'è un assente Anthony Hopkins, c'è la ridicola chioma bionda di Colin Farrell, c'è un lunghissimo flashback mal piazzato e la durata mette alla prova. Ma lo spettacolo è grandioso e ci sono scene memorabili. La figura storica di Alessandro è ben resa nella sua complessità e nelle sue gesta che lo hanno reso re del mondo. La "confezione" è molto curata, poco approssimativa nella ricostruzione storica. Sembra un affascinante viaggio nel tempo con molti momenti intensi (seppure con qualche caduta di stile) e con spunti di riflessione non banali. Consiglio la visione del film.

 

ATTENZIONE! Se non vuoi anticipazioni sulla trama NON LEGGERE le parti SCRITTE IN BLU.

 

Il Plot

     

        Alessandro ha un'infanzia a dir poco tormentata: è il figlio di Filippo (Val Kilmer), regnante Macedone violento e spesso ubriaco, e di una madre (Angelina Jolie) che molti chiamano strega per la sua tendenza a tramare nell'ombra. Tra i suoi maestri c'è Aristotele. Alessandro è costretto a crescere in fretta quando, per la morte del padre, deve prendere le redini del regno. Qualche anno più tardi, alla testa di un esercito capitanato dai più stretti amici di gioventù, Alessandro dalla Macedonia muove la sfida ai regni circostanti e li annette tutti, fino ad arrivare a sfidare Dario (Raz Degan), re di Persia. Arriverà a conquistare Babilonia e a spingersi fino ai confini del mondo conosciuto con un piano di conquiste che lo porta ad integrarsi il più possibile con le popolazioni conquistate: prende in moglie una principessa orientale, anche se questa non sembra in grado di dargli un erede. Cominciano però a sentirsi i mugugni dell'esercito, che, dopo 7 anni di marce, battaglie e conquiste, non vede l'ora di tornare a casa. In un impeto di follia Alessandro uccide uno dei propri amici d'infanzia, ma continua a spingersi oltre. Solo dopo una sanguinosa battaglia in India che porta alla morte dell'amico inseparabile (e amato) Efestione (Jared Leto) Alessandro decide di fare ritorno a Babilonia. Ma lì, ad un mese dal compimento dei suoi 33 anni, si compie il suo tragico destino di gloria.

 

 

Secondo me…

     

        "Alexander" si è già guadagnato il titolo di "film più massacrato" dell'anno. In Nord America è stato un flop colossale: costato 150 milioni di dollari, negli USA probabilmente non arriverà ad un incasso di 35 (meno di quanto hanno guadagnato "Spider-Man 2" o "Il Signore degli Anelli - Il Ritorno del Re" solo nel primo giorno d'uscita). Oltre all'accoglienza gelida del pubblico (e sì che era uno dei film più attesi e pi pubblicizzati della stagione), la critica ha fatto a pezzi "Alexander" tirandosi addosso le ire del regista, Oliver Stone (in un'intervista in Italia ha sostenuto che il film non è piaciuto perchè gli americani sono ignoranti, non conoscono la storia). Dati questi presupposti, non potevo che partire prevenuto nella visione del film, pronto ad aggregarmi alla massa. E invece...

        Certo, qualche difetto il film lo presenta. C'è Angelina Jolie che impressiona come sempre con in suoi labbroni (però si impegna più del solito e la parte della madre perfida e manipolatrice le riesce benissimo). C'è Anthony Hopkins che è come non ci fosse: i tempi di Hannibal Lecter sembrano solo un vago ricordo offuscato. C'è Colin Farrell che si dà da fare ma con i capelli ossigenati è a dir poco ridicolo (e quella mantella rossa tra le nevi dell'Himalaya?); in una parte del genere sarebbe stato ottimo Leonardo di Caprio, ma a quanto pare il progetto concorrente per la regia di Baz Luhrman è stato ormai definitivamente accantonato. C'è un lunghissimo flashback di 8 anni piazzato quasi alla fine del film, tanto per far desistere i meno convinti. C'è una lunghezza che rischia di essere spossante anche per il più volenterosi.

        Questi dettagli diventano però trascurabili di fronte alla grandiosità dello spettacolo, alla ambiziosa e costosa produzione messa in piedi da Oliver Stone. Ci sono scene sontuose e memorabili: l'ingresso di Alessandro e del suo esercito a Babilonia, le due battaglie principali (in India e contro l'esercito persiano di Dario; bella la prospettiva aerea che segue l'aquila). E c'è la grandezza di una figura storica complessa e piena di sfaccettature, grande ma piena di contraddizioni, laceramenti interiori che mi sembra gli sceneggiatori abbiano saputo rendere (e ritrarre) molto bene. Il percorso di Alessandro è seguito dall'infanzia tormentata (l'assillo della madre, il rapporto difficile con il padre, l'influenza del maestro Aristotele) fino alle conquiste che lo hanno reso il re del mondo allora conosciuto e, in parte, sconosciuto. Fino al momento in cui rimane accecato dall'ambizione e dalla fama di gloria, quando il suo esercito comincia a voler tornare a casa dopo sette lunghi anni di battaglie.

        Mi pare ci sia stato anche un evidente sforzo nel realizzare la "confezione" del film e nella ricostruzione storica, che ho trovato meno approssimativa e meno tesa a rispondere alle leggi delle show business di quanto era successo, ad esempio, in "Troy" (dove erano finiti gli dei?). Sulle orme del grande condottiero sembra di fare un affascinante viaggio nel tempo (quasi come in un documentario). Eppure Stone è stato in grado anche di realizzare uno spettacolo grandioso, ambizioso, molto curato, costosissimo, con molti momenti intensi (a parte qualche caduta di stile) e con spunti di riflessione non banali (alcuni discorsi di Alessandro sono insegnamenti validi anche per i governanti di oggi), ma anche con momenti interessanti come la disserzione di Filippo su alcuni miti dell'antica Grecia.

        E allora che fare? Nonostante la tentazione di aderire al parere della maggioranza delle persone (anche l'International Movie Data Base ha assegnato al film un voto inferiore al 6), non posso che continuare ad andare per la mia strada e concludere consigliando la visione del film. E non posso che dare, a quest'"Alexander" tanto vituperato, un bell'8. Mi spiace per quanti (lo so già, saranno tanti) non saranno d'accordo. De gustibus.

 

            Daniele Toninelli

 

Vedi anche: LA RECENSIONE DI PIERGIORGIO R.

 

Il sito ufficiale del film

www.warnerbros.it

 

I Voti degli Altri

Movie Maniac Parade

Ciak

Corriere della Sera

International Movie Data Base

INCASSI

(USA / Italia)

8,00 / 10

Molto Bello

** / 5

Debole

*** / 5

Interessante

5,90 / 10

(14-01-05)

Flop / Alti

 

 

Le Date

Uscita del Film

Visione del Film

Pubblicaz. Scheda

Ultimo Aggiornam.

14 - 01 - 2005

14 - 01 - 2005

15 - 01 - 2005

 

 

 

Commenta tu...    

Manda il tuo commento

 

Inserisci il tuo indirizzo e-mail    

Inserisci il tuo nickname per la pubblicazione del commento  

Inserisci il tuo commento

  

  

   Seleziona il punto qui a sinistra se non vuoi che il tuo indirizzo venga inserito nella mailing list di Movie Maniac

 

 

I Visitatori di Movie Maniac    

I commenti sono aggiornati ogni Domenica; quando il tuo commento verrà inserito sarai avvisato via mail.

Nickname Nickname Data data
Commento

Per pubblicare IL TUO COMMENTO in questo spazio clicca QUI e compila il form!

 

 

Nickname betta Data 07-06-2005
Commento Il film è stato bellissimo ma la cosa più interessante era certamente Jared Leto. Lui e i suoi occhioni azzurri ci hanno conquistato forse più di tutto il resto del film...se non avete ancora visto il film guardatelo perchè ne vale veramente la pena!!!! C'è da dire che anche Colin Farrel non è niente male, lui e Efestione sono davvero una coppia fantastica... guardatelo!!!betta
 

 

Nickname Nickname Data data
Commento

Per pubblicare IL TUO COMMENTO in questo spazio clicca QUI e compila il form!

Vedi anche: LA RECENSIONE DI PIERGIORGIO R.