Top Film

 

Piergiorgio Ravasio

 

Torna all'INDICE DI TUTTI I FILM

VOTA  il film COMMENTA  il film

 

Boogeyman - L'Uomo Nero

Scheda               

Regia

Stephen Kay

Genere

Horror

Anno

2005

Nazionalità

USA / Germania / Nuova Zelanda

Interpreti

Barry Watson, Emily Deschanel

Titolo Originale

Boogeyman

Durata

1 h, 29 '

 

Il Voto            

di Piergiorgio Ravasio

6,00 /  10

Dai il TUO voto al Film

inserisci il tuo indirizzo e-mail  

e... vota!

      

 

   non voglio essere inserito nella mailing-list

 

Controlla la Posizione del film nella "MM Parade"

 

La Storia / L'Opinione

di Piergiorgio Ravasio

       Le paure infantili e le favole da non raccontare.

        Negli ultimi anni è facile ritrovare pellicole horror che rimandano alle angosce, ansie e paure di quando si era bambini. Segno che, probabilmente, questo ritorno ai terrori dell'infanzia può costituire terreno fertile per il successo di un genere cinematografico di difficile coinvolgimento emotivo. E'  il caso di questo "Boogeyman", dal sottotitolo "L'uomo nero": il tradizionale uomo cattivo, la cui figura veniva (o viene) narrata ai bambini, già accovacciati sotto le coperte, quando fanno i capricci, non ascoltano i saggi genitori e soprattutto quando non ne vogliono sapere di addormentarsi.

        Oggi Tim è un ventenne, felicemente innamorato, con la passione del giornalismo, ma che non ha ancora superato la fobia del buio notturno (anche perchè, una sera, da bambino, subisce il trauma di una "presenza" all'interno dell'armadio della sua stanza nonchè, per lo stesso motivo, l'improvvisa scomparsa del padre). Rientrato in città per la morte della madre, viene convinto da una psicologa a soggiornare una notte nella sua vecchia stanzetta. Questo, a detta del personaggio, è il modo migliore per superare la paura che si trascina dall'infanzia.

        Un mix tra horror e paranormale (dalle porte dell'armadio ci si ritrova catapultati in altri locali; alcuni personaggi scompaiono in circostanze misteriose e ritornano in un secondo momento) il cui risultato è quello di non soddisfare lo spettatore desideroso di tensione e forti emozioni.

        Geniale (bisogna riconoscerlo) l'idea di sintetizzare tutte le paure e concentrarle in un unico ambito a cui tutti sono legati e necessariamente devono dipendere: l'armadio della propria stanza da letto. Qualche similitudine la possiamo riscontrare con la pellicola dello scorso anno "Al calar delle tenebre" (con il mito della "fata dentina"... che arriva di notte a prendersi il dente caduto al bambino).

        Ambientazioni molto dark, fotografie decisamente oscure, qualche effetto sonoro da cuore in gola... ma il risultato è piuttosto deludente. Anche per un finale scarsamente digerito e che, per fortuna, non dovrebbe lasciar aperta la porta (o forse è il caso di dire ... l'armadio) ad un probabile sequel. Peccato per la firma (Sam Raimi), grande architetto delle indimenticabili "Case", che sicuramente ricorderemo per il vero terrore che suscitava tra gli spettatori.

        Morale della favola: evitiamo certi aneddoti e favole coi nostri bambini. I traumi provocati non sempre sono di facile e immediata soluzione.

                             Piergiorgio R.

 

Commenta tu...    

Manda il tuo commento

 

Inserisci il tuo indirizzo e-mail    

Inserisci il tuo nickname per la pubblicazione del commento  

Inserisci il tuo commento

  

  

   Seleziona l'opzione se non vuoi che il tuo indirizzo venga inserito nella mailing list di Movie Maniac

Torna all'INDICE DI TUTTI I FILM

 

I Visitatori di Movie Maniac    

I commenti sono aggiornati ogni Domenica; quando il tuo commento verrà inserito sarai avvisato via mail.

Nickname Nickname Data data
Commento

Per pubblicare IL TUO COMMENTO in questo spazio clicca QUI e compila il form!

 

 

Nickname Laura Data 14-07-2005
Commento é bellissimo Boogeyman L'uomo Nero!
 

 

Nickname Nickname Data data
Commento

Per pubblicare IL TUO COMMENTO in questo spazio clicca QUI e compila il form!