Top Film

della Stagione

 

 

Settembre 2004

 

 

Scheda

Voto & Vota

In

Breve...

Plot

La Recensione

Sito del Film

I Voti

Le Date

Commenta tu... I Visitatori di MM

 

Elektra

Scheda               

Regia

Rob Bowman

Genere

Azione

Anno

2005

Nazionalità

USA

Interpreti

Jennifer Garner, Goran Visnjic, Kirsten Prout, Terence Stamp

Titolo Originale

Elektra

Durata

1 h, 36 '

 

Il Voto            

3,95 /  10

Dai il TUO voto al Film

inserisci il tuo indirizzo e-mail  

e... vota!

      

 

   non voglio essere inserito nella mailing-list

 

Controlla il voto medio del film...

o la Posizione del film nella "MM Parade"

 

In breve...

Elektra, eroe di serie Z resuscitato da "Daredevil", è la protagonista di un film per nulla spettacolare (gli effetti speciali? lasciamo perdere!), pieno di ridicolaggini, improbabile e noiosissimo. Il fisico di Jennifer Garner è da paura, come la sua recitazione (la versione femminile di Steven Seagal). è sempre imbronciata e scocciata e le battute infelici del copione non dissipano il clima di mestizia. Forse l'equivoco è che Elektra non è una eroina, ma una killer. Ma che mezza calzetta di killer! L'originalità è pari a zero: duelli riciclati dai wuxia e personaggi che ricalcano pedissequamente quelli di "X-Men". Che squallore!

 

ATTENZIONE! Se non vuoi anticipazioni sulla trama NON LEGGERE le parti SCRITTE IN BLU.

 

Il Plot

     

        Elektra è una killer, resuscitata dopo aver partecipato a "Daredevil": ha appena portato a termine il suo ultimo lavoro, quando le viene proposto un remuneratissimo contratto per un'operazione che parrebbe particolarmente difficile. Ma Elektra è stressata e stanca, vuole prendersi un periodo di riposo, e così dice al suo "agente" di non accettare l'incarico. Venuta a conoscenza dell'importo che le sarebbe stato corrisposto e ascoltando i preziosi consigli dell'amico ("vai a dormire"), decide di cambiare idea. Recatasi dove dovrebbero comunicarle il nome dell'uomo da assassinare, Elektra fa la conoscenza di una insopportabile e viziata bambina e del tanto caro, affettuoso ed imbranato paparino che, nonostante sembri flirtare con lei, non la invita nemmeno a cena e sembra vivere tra le nuvole. Colpo di scena! Si scopre che le due persone da uccidere sono proprio i due nuovi amichetti di Electra. La killer diventa così, senza sapere come mai queste due persone sono perseguitate da una sorta di mafia orientale, una guardia del corpo della allegra famigliola, disposta a sacrificare anche l'amico più caro senza battere ciglio. Si troverà a scontrarsi con delle agguerritissime forze del male, un minestrone di personaggi cattivissimi con superpoteri di ogni sorta, ma che appena tocchi si dissolvono come funghi s(o)poriferi. Per fortuna, poi, che Elektra ha in dotazione due temibili coltellacci da spiedo...

 

 

Secondo me…    (la recensione)

     

        Ci sono gli eroi di serie A e gli eroi di serie B. Elektra è un eroe di serie Z. Non c'era proprio bisogno di estrarre (facendolo resuscitare, per giunta!) uno dei personaggio di un già orrendo, ridicolo e noioso "Daredevil" per trarne uno spin-off di questo livello.

        Un film su un supereroe (per quanto complesso e pieno di ombre che sia) dovrebbe garantire un certo tasso di spettacolarità: qui lo spettacolo è ridotto a zero, il film dura solo un ora e trentasei minuti, ma si arriva alla fine sfiancati dalla noia e dalle ridicolaggini di cui sono intrise storia, trama e sceneggiatura. I titoli di coda sono una liberazione. Per inciso, cos'è questa moda di utilizzare le lettere greche per i titoli dei film (già era successo in "Alexander", ma lì forse la cosa aveva più senso). Almeno lo si facesse nel modo giusto! Invece la sigma maiuscola (Σ) ogni volta viene utilizzata come fosse una "E", così Elektra dovrebbe essere letta come SLSCTRA. Va bene fare le cose con certi riferimenti culturali, ma almeno imparare prima che lettere si stanno usando...

        Comunque, se questo discorso poteva essere valido per "Alexander" che comunque vantava altri meriti, qui si perde e stempera in difetti ben peggiori. Concordo che il fisico di Jennifer Garner sia da paura, ma lo stesso si potrebbe dire della sua recitazione. Ho trovato la versione femminile di Steven Seagal. Per quasi tutto il film (a parte un paio di sorrisoni che in effetti fanno il loro effetto) la protagonista ha questa espressione imbronciata e scocciata; poverina. Fa quasi pena. Anche le poche battute inserite nel copione, tra cui una molto infelice dell'amico fidato di Elektra all'inizio del film ("ma tu non s...i mai?!"), non riescono a risollevare, tanto sono scarse e idiote, il clima di mestizia che si viene a creare.

        A proposito dell'amico fidato: dopo tutto quello che ha fatto per lei (ma perchè poi? Avrà avuto la sua percentuale sugli ingaggi?) non esita a farsi ammazzare per l'eroina (non dovrebbe essere lei a sacrificarsi per l'amico?). E, per di più, questa accetta il di lui sacrificio senza battere ciglio. Tanto per dare un'idea della ridicolaggine, della improbabilità e dell'inverosimiglianza estrema che caratterizzano la sceneggiatura. Forse, si penserà, l'equivoco di fondo sta nel fatto che, in effetti, Elektra non è una eroina, ma una killer. Vabbè. Che mezza calzetta di killer! Basta una cenetta a cui nemmeno è stata invitata per farla sciogliere come burro al sole. Dovrebbe andare a ripetizione da "The Punisher"

        Gli effetti speciali? Lasciamo perdere: a parte alcune scene in cui il cielo passa sopra diverse abitazioni a velocità accelerata e con colori piuttosto strani (che si sarà voluto dire?) rimane veramente poco di notevole. Forse solo i lenzuoli che svolazzano durante il duello finale (per nulla entusiasmante, completamente confuso) tra le forze del bene e quelle del male. O i serpentoni che escono da Tatoo, personaggio la cui presenza non sono ancora riuscito a spiegarmi: è tanto incolore che lo si nota meno dell'uomo invisibile... ci sarà stato anche un uomo invisibile? Penso di sì, sembrava una riunione di eroi del male riusciti male.

        Per finire di infierire (non prenderò nemmeno in considerazione il medico in prima linea Goran Visnjic e la antipatica figlioletta che vuole assomigliare ad Elektra), l'originalità, ciliegina sulla torta, è pari a zero: tanto per accennare alla questione si potrebbe parlare dei duelli riciclati da tanti altri wuxia già passati sullo schermo o dei cattivi che ricalcano perfettamente i personaggi di "X-Men".

        Che squallore. In America "Elektra" ha già avuto gli incassi che si meritava.

            Daniele Toninelli

 

 

Il sito ufficiale del film

www.20thfox.it

 

 

I Voti degli Altri

Movie Maniac Parade

Ciak

Corriere della Sera

International Movie Data Base

INCASSI

(USA / Italia)

3,95 / 10

Schifezza

** 1/2 / 5

Quasi Appetitoso

  4,90 / 10

(04-02-05)

Flop / -

 

 

Le Date

Uscita del Film

Visione del Film

Pubblicaz. Scheda

Ultimo Aggiornam.

04 - 02 - 2005

04 - 02 - 2005

05 - 02 - 2005

 

 

 

Commenta tu...    

Manda il tuo commento

 

Inserisci il tuo indirizzo e-mail    

Inserisci il tuo nickname per la pubblicazione del commento  

Inserisci il tuo commento

  

  

   Seleziona il punto qui a sinistra se non vuoi che il tuo indirizzo venga inserito nella mailing list di Movie Maniac

 

 

I Visitatori di Movie Maniac    

I commenti sono aggiornati ogni Domenica; quando il tuo commento verrà inserito sarai avvisato via mail.

Nickname Nickname Data data
Commento

Per pubblicare IL TUO COMMENTO in questo spazio clicca QUI e compila il form!