Top Film di Stagione

 

 

Settembre 2004

 

 

Scheda

Voto & Vota

Plot

La Recensione

Sito del Film

I Voti

Le Date

Commenta tu... I Visitatori di MM

 

Fahrenheit 9/11

Scheda               

Regia

Michael Moore

Genere

Documentario

Anno

2004

Nazionalità

USA

Interpreti

George W. Bush, Michael Moore, Debbie Petriken

Titolo Originale

Fahrenheit 9/11

Durata

1 h, 52 '

 

Il Voto            

8,90 /  10

Dai il TUO voto al Film

inserisci il tuo indirizzo e-mail  

e... vota!

      

 

   non voglio essere inserito nella mailing-list

 

Controlla il voto medio del film...

o la Posizione del film nella "MM Parade"

 

ATTENZIONE! Se non vuoi anticipazioni sulla trama NON LEGGERE le parti SCRITTE IN BLU.

 

Secondo me…

     

        Una volta i pamphlet erano documenti/testi scritti che servivano a mettere alla berlina e screditare una importante personalità agli occhi dell'opinione pubblica. Questo è forse il primo docu-pamphlet che mi sia capitato di vedere al cinema: acceso, vivace, cattivo, ... ma fatto benissimo. Obiettivo di tanto odio è l'attuale presidente degli Stati Uniti, George W. Bush. Prima di vedere il film non capivo cosa giustificasse questo atteggiamento, ma dopo quanto si vede in questi 112 minuti... Tutto è teso a mostrare come il presidente sia una via di mezzo tra un demente ed un affarista abile, furbo e senza scrupoli. E, se devo essere sincero, l'inflessione con cui pronuncio il nome "George W. Bush" (più e più volte ripetuto e sottolineato nella pellicola) dopo aver visto "Fahrenheit 9/11" è diversa da quella precedente...

        In effetti non si può per nulla dire che il film sia campato per aria: ogni asserzione è confermata da prove (il documento originale sul periodo in cui Bush era arruolato è un colpaccio) e testimonianze illustri (ex collaboratori di Bush) o meno (le famiglie dei soldati americani in servizio in Iraq). Sui giornali non mi è capitato, poi, di leggere molte smentite dei fatti esposti su pellicola da Moore, quindi suppongo che Bush e il suo entourage non si vogliano occupare di questo scottante documentario o per non fargli ulteriore pubblicità o perchè sono impossibilitati a rispondere con altrettanti fatti comprovati.

        Moore usa molto l'ironia, cogliendo sempre nel segno: alcune sequenze sembrano "copiate" da "Striscia la notizia" e spesso il modo di fare sarcastico del regista si rifà agli approcci irriverenti degli inviati di "Le Iene": Moore instaura con il pubblico una sorta di complicità molto difficile da costruire (avete presente Enrico Lucci nei suoi dissacranti servizi?).  Ma a questi momenti di pura satira si alternano sapientemente momenti in cui il film suscita (usando anche qualche "mezzuccio" tipico della vituperata "tv del dolore") commozione, rabbia, disgusto, e arriva addirittura a shoccare con la violenza di alcune immagini (tra cui quelle provenienti dall'Iraq).

        I filmati sono tutti estremamente appropriati e sono stati rielaborati ed inseriti nel flusso narrativo scandito dalla voce narrante con estrema cura: immagini e video vanno perfettamente a braccetto. Inoltre è evidente lo sforzo documentaristico e l'impegno che i realizzatori hanno profuso in questo lavoro, cercando materiali d'archivio preziosi e forse anche difficili da recuperare. Il risultato, nonostante la durata, è un documentario avvincente che in futuro potrà sicuramente essere proiettato a scuola come lezione di storia. Ma anche come lezione di agguerrito giornalismo d'assalto e di esemplare attività documentaristica.

        E se, come sembra averci preso per i fondelli Bush, la stessa cosa la stia facendo in realtà anche Moore? Se le sue asserzioni e le testimonianze raccolte fossero solo illazioni, invenzioni studiate a tavolino (magari per fini politici) per screditare l'immagine del presidente USA? E se Moore fosse stato tanto abile ad ingannarmi come Bush ha preso in giro il popolo americano e tutto il mondo con le sue fantomatiche armi di distruzioni di massa, servite solo a giustificare motivazioni più strettamente economiche?

        Una certezza la ho. C'è una frase fondamentale del film: "è con l'ignoranza della gente comune che ci dobbiamo confrontare", pronunciata da una madre addolorata, in lacrime e adirata davanti alla Casa Bianca. Io sono molto più ignorante della gente comune, e questo documentario prezioso è servito ad aprirmi gli occhi su molte cose di cui non ero a conoscenza. Non sono mai stato a favore della guerra, ma non riuscivo a capire fino in fondo (nonostante i discorsi che si sentivano in giro) quali motivi avessero potuto scatenarla, avevo un po' le idee annebbiate dai proclami di Bush e dei suoi "seguaci", tesi a giustificare un intervento. Michael Moore, con "Fahrenheit 9/11", in un certo senso mi ha reso più chiare molte cose e mi ha lasciato, alla fine della visione, con molti dubbi, in uno stato di disagio, sconforto e rabbia. In una frase: ha (mi ha!) colpito nel segno.

        

                                           Daniele T.

 

 

Il sito ufficiale del film

www.michealmoore.com

 

 

I Voti degli Altri

Movie Maniac Parade

Ciak

Corriere della Sera

International Movie Data Base

INCASSI

(USA / Italia)

8,90 / 10

Molto Bello

  **** / 5

Molto Bello

7,80 / 10

(09-09-04)

Da Record / Molto Alti

 

 

Le Date

Uscita del Film

Visione del Film

Pubblicaz. Scheda

Ultimo Aggiornam.

27 - 08 - 2004

09 - 09 - 2004

11 - 09 - 2004

 

 

 

Commenta tu...    

Manda il tuo commento

 

Inserisci il tuo indirizzo e-mail    

Inserisci il tuo nickname per la pubblicazione del commento  

Inserisci il tuo commento

  

  

   Seleziona l'opzione se non vuoi che il tuo indirizzo venga inserito nella mailing list di Movie Maniac

 

 

I Visitatori di Movie Maniac    

I commenti sono aggiornati ogni Domenica; quando il tuo commento verrà inserito sarai avvisato tramite mail.

Nickname Nickname Data data
Commento

Per pubblicare IL TUO COMMENTO in questo spazio clicca QUI e compila il form!

 

 

Nickname Ass Data 20-09-2004
Commento Un pò di contro-informazione a portata di tutti: geniale!