Top Film di Stagione

 

Agosto 2003

 

Scheda

Voto & Vota

Plot

La Recensione

Sito del Film

I Voti

Le Date

Commenta tu... I Visitatori di MM

 

Hulk

Scheda               

Regia

Ang Lee

Genere

Fantastico

Anno

2003

Nazionalità

USA

Interpreti

Eric Bana, Nick Nolte, Jennifer Connelly, Sam Elliott

Titolo Originale

Hulk

Durata

2 h, 20 '

 

Il Voto            

5,10 /  10

Dai il TUO voto al Film

inserisci il tuo indirizzo e-mail  

e... vota!

      

 

   non voglio essere inserito nella mailing-list

 

Controlla il voto medio del film...

o la Posizione del film nella "MM Parade"

 

ATTENZIONE! Se non vuoi anticipazioni sulla trama NON LEGGERE le parti SCRITTE IN BLU.

 

Il Plot

        Uno scienziato è al lavoro in una base militare americana per riuscire a trovare il modo di modificare il DNA umano. Il suo scopo è quello di aumentare la potenza dei soldati, rendendoli quasi invincibili. Arrivato al punto di sperimentare le sue scoperte sugli umani, lo scienziato si vede però sbarrare le porte dai suoi superiori. Decide allora di iniettarsi il siero, senza minimamente pensare che le conseguenze di questo gesto si ripercuoteranno sul figlio che avrà dalla moglie, il quale nascerà con un DNA modificato e rivelerà durante l'infanzia strani modi di comportarsi. Quando i suoi superiori decidono di chiudere definitivamente il progetto, lo scienziato, preso dalla rabbia, distruggerà il laboratorio e rivelerà alla moglie gli esperimenti fatti su se stesso e le possibili conseguenze che potrebbero essersi verificate sul figlio... Molti anni dopo Bruce Banner (Eric Bana), adottato da un'altra famiglia, ha seguito le impronte del padre ed è aiutato, nel progetto di ricerca che segue, da una collega (Jennifer Connelly), non sapendo che in realtà il padre (Nick Nolte) naturale non era mai morto. Durante un esperimento in laboratorio qualcosa non funziona e Bruce viene investito da un forte raggio di radiazioni. Queste radiazioni faranno scatenare la componente "variata" del DNA di Bruce, che, in momenti di rabbia, si trasformerà nel mostro verde di 5 metri chiamato Hulk.

 

 

Secondo me…

        Andando ad analizzare l'andamento degli incassi statunitensi del film, molti critici hanno attribuito il brusco calo che c'è stato dopo il primo weekend di programmazione al fatto che il regista Ang Lee ha realizzato una pellicola molto particolare, non il linea coi gusti del pubblico che generalmente segue i supereroi cinematografici della Marvel, molto più approfondita e concentrata sui personaggi che sulle scene d'azione o di effetti speciali. Nessuno ha preso in considerazione che il crollo degli incassi dopo la prima settimana di programmazione potesse essere dovuto al fatto che il film è terribilmente noioso e che il passaparola del pubblico insoddisfatto, nonostante l'imponente battage pubblicitario, ha funzionato in questo caso molto bene.

        L'inizio del film è quasi estenuante: dopo 50 minuti sembrano già passate due ore (e invece ne restano ancora una e mezza!). E' vero che Ang Lee ha cercato di approfondire il lato psicologico e sociologico della vicenda, cercando di descrivere minuziosamente gli stati d'animo del protagonista, la sua situazione di disagio, le difficoltà con cui si devono scontrare le persone che gli stanno intorno e che gli vogliono bene, l'impotenza derivante dal fatto che aiutare Bruce è impossibile... In questo intento Lee è aiutato da Jennifer Connelly (già premio Oscar per "A Beautiful Mind"), che qui conferma la propria bravura, ma la presenza di Eric Bana è veramente una palla al piede. L'attore sembra sempre avere la stessa espressione tra l'attonito e il frustrato per tutto il film. E, quando Hulk entra in azione, è difficile intravedere i tratti dell'attore tra i pixel elaborati dalla computer grafica. Hulk è un personaggio completamente digitale, ma si sono visti risultati molto migliori, in questo campo, in altre produzioni. A partire da "Shrek" (tra l'altro molto simile al supereroe verde), fino al sorprendente Gollum di "Il Signore degli Anelli - Le due Torri", che in quando a dettagli e naturalezza di movimenti, nonchè in quanto a capacità "recitativa", è collocabile a livelli nettamente migliori.

        Spesso si ha l'impressione di vedere un cartone animato, nel senso che il film in molte scene cade nel ridicolo (i salti di Hulk, la scarsa integrazione in alcune scene delle animazioni digitali con il resto dell'ambiente,...), e lo stile spiccatamente fumettistico scelto da Ang Lee non aiuta certo, anche se alcune scene (in particolare gli incubi del protagonista) ne mettono in risalto il talento visionario. Il regista esagera nell'utilizzo di tendine, di inquadrature affiancate riferite a due diversi luoghi, o anche utilizzate per riprese della scena da diverse angolazioni,... spesso questo aspetto, anzichè avvalorare le sequenze sottolineandone alcuni aspetti, lede alla limpidezza della narrazione rendendola qua e la più confusa. Il film mi è sembrato quasi una demo dei modi in cui si può passare da una scena all'altra. E finchè ogni tanto ci sono passaggi arditi, può anche andare bene; ma in questo caso la scelta diventa una fastidiosa abitudine che appesantisce la storia. Non bastasse la pesantezza e il ritmo mortale di alcuni dialoghi e di alcune riflessioni esistenziali estenuanti dei protagonisti. 

        E poi un problema mi è sembrata la figura stessa di Hulk. Non ho mai letto il fumetto e ho visto solo un paio episodi del serial televisivo con Lou Ferrigno (qui presente in un brevissimo cameo, nei panni di una guardia); ma, come emerge dal film, Hulk non è certo un eroe (nel senso più stretto del termine), nel senso che ha sì dei superpoteri, ma non li usa per il bene di nessuno, non riesce a controllarli. Questa dovrebbe essere la particolarità che rende più affascinante il personaggio (il fatto che il protagonista si trovi involontariamente in questa situazione è in comune con molti altri eroi tratti da fumetti), invece, almeno per quanto mi riguarda, ha reso il personaggio ai miei occhi meno accattivante, per nulla simpatico e, sicuramente, non amabile, non un individuo per cui si fa il tifo, come dovrebbe succedere per qualsiasi supereroe degno di questo nome.

                     Daniele T.

 

 

Il sito ufficiale del film

www.thehulk.com

 

 

I Voti degli Altri

Movie Maniac Parade

Ciak

Corriere della Sera

International Movie Data Base

INCASSI

(USA / Italia)

5,10 / 10

Bello

    6,20 / 10 Molto Alti /

 

 

Le Date

Uscita del Film

Visione del Film

Pubblicaz. Scheda

Ultimo Aggiornam.

27 - 8 - 2003

26 - 8 - 2003

30 - 8 - 2003

 

 

 

Commenta tu... 

Manda il tuo commento

 

Inserisci il tuo indirizzo e-mail    

Inserisci il tuo nickname per la pubblicazione del commento  

Inserisci il tuo commento

  

  

   Seleziona l'opzione se non vuoi che il tuo indirizzo venga inserito nella mailing list di Movie Maniac

 

 

I Visitatori di Movie Maniac    

I commenti sono aggiornati ogni Domenica; quando il tuo commento verrà inserito sarai avvisato tramite mail.

Nickname Nickname Data data
Commento

Per pubblicare IL TUO COMMENTO in questo spazio clicca QUI e compila il form!