Top Filmdella Stagione

 

 

Inside Man

Vai al FORUM

Voto 8,10

 

la locandina

Genere

Poliziesco / Thriller

Titolo Originale

Inside Man

Nazionalità

USA

Anno

2006

Durata

2 h, 09'
 

Regia

Spike Lee

Interpreti

Denzel Washington, Clive Owen, Jodie Foster, Willem Dafoe, Christopher Plummer

Spike Lee, dopo l'ottima prova di "La 25a Ora" torna con un altro film estremamente originale, spiazzante, avvincente che riprende alcuni dei classici temi del cinema poliziesco (la rapina in banca, gli ostaggi, la negoziazione) in una chiave molto personale.

Il film comincia con il protagonista che, da una cella della prigione, comincia a raccontare come gli è venuta l'idea di realizzare il colpo perfetto alla filiale di New York di un importante gruppo bancario americano. Attraverso un lungo flashback, intervallato dagli interrogatori degli ostaggi, viene ricostruita tutta la vicenda, da quando gli arfetici del colpo si introducono nella banca travestiti da imbianchini a quando cominciano le trattative con la polizia locale che vedono fronte a fronte il detective cui è affidata la negoziazione (Washington) e il capo della banda (Owen). A complicare le cose ci si mette una influente consulente pagata dal presidente della banca (Jodie Foster). 

Già il cast è altisonante. Lee lo dirige, come in "La 25a Ora" con mano sicura, senza incertezza, riuscendo a trarre il meglio da tutti gli interpreti, dando loro la possibilità di rendere quanto più possibili tridimensionali i loro personaggi. Eccellente il personaggio di Washington, la sua arguzia nella negoziazione, come anche la sfrontatezza di Owen, l'organizzatore del colpo, e il suo sangue freddo quando tutto sembra essere destinato a fallire.

La narrazione scorre via liscia e ricostruisce gradualmente la vicenda, facendo in modo che lo spettatore scopra a poco a poco tutti i retroscena della storia. Una struttura narrativa, dunque, piuttosto complicata, ma anche per questo molto affascinante.

A ciò si aggiungono una eccellente regia ed una cura formale estrema e molto personale, già evidente nei titoli di testa che ormai in molti film recenti tendono (chissà perchè) a sparire, e che secondo me spesso invece sono un importante segnale del livello di creatività che sta dietro ad una pellicola. Spike Lee insiste sui dettagli dell'edificio in cui l'azione è ambientata, insiste sui volti dei protagonisti come su quelli delle comparte, insiste su ogni dettalglio della sua New York. E riesce a rendercene un altro amaro ed incantevole ritratto.

Ideale per...

Chiunque ami il buon cinema: bella ed originale storia, interpreti all'altezza, direzione formalmente ricercata e mai casuale e il giusto tocco di colpi di scena.

La scena topica

Per non svelare il finale devo ripiegare su altro: il dialogo tra il negoziatore, entrato in banca per vedere le condizioni degli ostaggi, e l'artefice del colpo.

 

COMMENTA VOTA LA CLASSIFICA
Manda i tuoi commenti al film (o alla recensione) all'indirizzo

posta@moviemaniac.it

i commenti verranno pubblicati al più presto (sarai avvisato via mail)

Il tuo indirizzo e-mail

 

Il tuo voto  

  Non voglio essere inserito nella mailing-list di Movie Maniac

Controlla la posizione del film nella classifica:

MM Parade

Vedi anche la Recensione di PR