Top Film

della Stagione

 

 

Settembre 2004

 

 

Scheda

Voto & Vota

In

Breve...

Plot

La Recensione

Sito del Film

I Voti

Le Date

Commenta tu... I Visitatori di MM

 

bullet POSTER #1
bullet POSTER #2

Star Wars - Episodio III - La Vendetta dei Sith

Scheda               

Regia

George Lucas

Genere

Fantascienza

Anno

2005

Nazionalità

USA

Interpreti

Ewan McGregor, Hayden Christensen, Natalie Portman, Samuel L. Jackson

Titolo Originale

Star Wars - Episode III - Revenge of the Sith

Durata

2 h, 26 '
Vedi anche le recensioni di:
bullet Star Wars - Episodio I - La Minaccia Fantasma
bullet Star Wars - Episodio II - L'Attacco dei Cloni

 

Il Voto            

8,95 /  10

Dai il TUO voto al Film

inserisci il tuo indirizzo e-mail  

e... vota!

      

 

   non voglio essere inserito nella mailing-list

 

Controlla il voto medio del film...

o la Posizione del film nella "MM Parade"

 

In breve...

Dopo 28 anni, in contemporanea mondiale, si è conclusa la saga stellare del geniale George Lucas, molto apprezzata anche al festival di Cannes. Non poteva andare meglio: cupo e crudo, avvincente e ben strutturato, veloce e senza "lati oscuri", "Episodio III" si schiera apertamente contro ogni forma di assolutismo e, attraverso la vicenda di Anakin, parla di quanto sia corruttibile e possa farsi sedurre dalla sete di potere l'animo umano. Non mancano spunti divertenti (grazie a R2-D2 e alla sottile vena ironica di McGregor). I magnifici scenari fanno di ogni sequenza un'opera d'arte, ogni inquadratura è realistica a livelli impressionanti e ritmo, duelli e battaglie spettacolari non mancano: un vero spettacolo per gli occhi, da gustarsi esclusivamente su grande schermo.

 

ATTENZIONE! Se non vuoi anticipazioni sulla trama NON LEGGERE le parti SCRITTE IN BLU.

 

Il Plot

     

        Il conte Dooku (Christopher Lee) ha rapito il cancelliere Palpatine (Ian McDiarmid): il consiglio Jedi decide di mandare a liberarlo il maestro Obi Wan Kenobi (Ewan McGregor) e il suo allievo Anakin Skywalker (Hayden Christensen). Durante il duello per liberare Palpatine, mentre Obi Wan è impegnato in una dura lotta contro il terribile generale Grievous, qualcosa di strano avviene e il cancelliere, quando Anakin esita, lo esorta ad uccidere il nemico. Palpatine comincia a prendere Anakin sotto la propria ala protettrice. Il Jedi, da parte sua, è molto tormentato: è sempre più forte, in lui, una insaziabile sete di potere, la mancanza della piena fiducia del consiglio lo avvilisce ed è turbato da incubi terribili. In uno di questi vede morire la propria moglie segreta, Padme (Natalie Portman), mentre sta per dare alla luce suo figlio. Palpatine riesce a convincere Anakin che gli Jedi stanno per ribellarsi allo scopo di prendere il potere. Inoltre gli suggerisce di avvicinarsi al lato oscuro della forza, l'unico modo per poter salvare da morte certa la propria amata. La mente di Anakin è ormai plagiata completamente dal terribile cancelliere e il giovane Jedi, con il nome di Lord Fener, diverrà allievo di Palpatine, che, nel frattempo, si è dichiarato nuovo dittatore della galassia e che insegnerà al proprio discepolo tutti i segreti del lato oscuro della forza. Gli unici due Jedi rimasti in vita saranno costretti a fuggire, nascondendosi, in esilio. Fino al momento in cui i tempi saranno maturi perchè possa nascere "Una nuova speranza", ovvero "Star Wars".

 

 

Secondo me…    (la recensione)

     

        E così, dopo la bellezza di 28 anni (il primo "Star Wars" è del 1977), si è conclusa la mitica saga stellare ideata e diretta (almeno per la maggior parte degli episodi) dal geniale George Lucas. Distribuzione massiccia (solo in Italia, 700 sale) e in contemporanea mondiale dopo la apprezzatissima anteprima al festival del cinema di Cannes. E, in effetti, se la conclusione dell'opera di Lucas ha suscitato tanto entusiasmo anche presso un pubblico piuttosto esigente come quello festivaliero, le ragioni sono evidenti: la conclusione dell'epica saga non poteva essere migliore, con un capitolo che è l'ideale e cupa conclusione (in senso cronologico) della prima trilogia e, allo stesso tempo, l'anello di congiunzione con i successivi tre stagionati episodi ("Star Wars", "L'Impero Colpisce Ancora" e "Il Ritorno dello Jedi").

        Non sono mai stato un accanito fan della saga (anche perchè l'ho apprezzata per la prima volta piuttosto tardi, in occasione della edizione rimasterizzata dei primi tre capitoli). E ho faticato non poco a raccapezzarmi tra legami di parentela, nomi, genealogie, ... , ma "Episodio III - La Vendetta dei Sith" ha messo in chiara molte cose. Al contrario di "Episodio I" mi è parso molto ben strutturato e narrato, poco criptico. Il racconto corre via veloce, senza intoppi, per usare la terminologia del film, senza "lati oscuri", anche grazie ad un sapiente montaggio che consente di seguire senza salti arditi tutte le vicende.

        Oltre a questo aspetto, in comune con "Episodio II" c'è anche la capacità di bilanciare in modo appropriato la componente spettacolare con aspetti più profondi ed interessanti legati alla personalità dei personaggi del film, ma anche a citazioni del nostro mondo e spunti di riflessione: anche in "Episodio III" sono numerosi i riferimenti alla galassia degli umani, la nostra. Come sottolineato da Lucas in numerose interviste, il film si schiera apertamente contro i regimi assolutistici e le parole di Padme "le dittature nascono sempre da applausi scroscianti" sono allo stesso tempo presagio di triste sorte per la libertà, ammonimento per il futuro e sintesi dell'inizio di molti momenti bui della nostra storia. In questo film si parla, però, anche di come sia facilmente corruttibile l'animo umano, di quanto possa farsi sedurre dalla sete di potere. Anakin si avvicina al lato oscuro della forza per salvare la propria amata. Ma sarà proprio vero, o in realtà si tratta solo di una scusa? Quando Padme mette in discussione il suo potere, le sue brame di dominare il mondo, il giovane Skywalker non esita due volte a sgombrare la propria strada da ogni eventuale ostacolo. Gli affetti, per lui, non contano più nulla. E forse dal suo comportamento molto ci sarebbe da imparare anche per ciascuno di noi.

        A parte il fascino della storia e i messaggi che il film manda allo spettatore, anche dal punto di vista artistico siamo a livelli molto alti. Tutti gli interpreti sono maturati con la trilogia: hanno perfettamente imparato ad avere a che fare con personaggi creati al computer, con sfondi blu sui quali poi verrà successivamente creata, al computer, la scenografia e sono, in definitiva, tutti all'altezza del proprio ruolo. I dialoghi non sono mai troppo prolissi e, inoltre, non mancano alcuni spunti divertenti, di nuovo affidati, in particolare (come in "L'Attacco dei Cloni"), ad un irresistibile R2-D2, che, se non fosse per i sibili meccanici, potrebbe essere paragonato agli eroi del cinema comico muto. Ma anche la sottile vena ironica di Ewan McGregor è una vera perla del film.              

        Ovviamente, poi, in un film come questo non può venire meno la componente spettacolare: i combattimenti con la spada laser, che rimandano ai film di cappa e spada, ma anche ai duelli dei vecchi film wester (occhio al gioco di sguardi tra i combattenti!), le battaglie tra le astronavi che accerchiano il pianeta Coruscant all'inizio del film, i magnifici scenari che fanno di ogni sequenza un'opera d'arte, i dettagli che rendono ogni inquadratura realistica a livelli impressionanti (i palazzi del potere e il tempio Jedi, le arterie trafficate di velivoli volanti nelle città, ...). Un vero, unico spettacolo per gli occhi. Ancora più se apprezzato in digitale, come il film è stato concepito (in Italia è possibile farlo al Multiplex Arcadia di Melzo, al cinema Manzoni di Milano e all'Odeon di Roma).

        E se qualcuno si vanterà di avere già scaricato il film da Internet, di averlo visto (tra i primi fortunati) sullo schermo del proprio computer o sul proprio televisore, noi che siamo stati conquistati dalla vera Forza del cinema, non potremo che ribattere: "non sai cosa ti sei perso!!!". Solo su un grande schermo cinematografico la vera Forza della trilogia, e in particolare di "Star Wars - Episodio III", può essere proiettata in tutta la sua magnificenza, e solo lì la possiamo apprezzare in tutta la sua interezza. 

       

                    Daniele Toninelli

 

Vedi anche le recensioni di:
bullet Star Wars - Episodio I - La Minaccia Fantasma
bullet Star Wars - Episodio II - L'Attacco dei Cloni

 

Il sito ufficiale del film

www.starwars.com/episode-iii

 

 

I Voti degli Altri

Movie Maniac Parade

Ciak

Corriere della Sera

International Movie Data Base

INCASSI

(USA / Italia)

8,95 / 10

Molto Bello

Colpo di Fulmine *** / 5

Interessante

8,10 / 10

(21-05-05)

Da Record / Medio-Alti

 

 

Le Date

Uscita del Film

Visione del Film

Pubblicaz. Scheda

Ultimo Aggiornam.

20 - 05 - 2005

21 - 05 - 2005

22 - 05 - 2005

 

 

 

Commenta tu...    

Manda il tuo commento

 

Inserisci il tuo indirizzo e-mail    

Inserisci il tuo nickname per la pubblicazione del commento  

Inserisci il tuo commento

  

  

   Seleziona il punto qui a sinistra se non vuoi che il tuo indirizzo venga inserito nella mailing list di Movie Maniac

 

 

I Visitatori di Movie Maniac    

I commenti sono aggiornati ogni Domenica; quando il tuo commento verrà inserito sarai avvisato via mail.

Nickname Nickname Data data
Commento

Per pubblicare IL TUO COMMENTO in questo spazio clicca QUI e compila il form!

 

 

Nickname Oby Data 30-05-2005
Commento Questo film è spettacolare,di gran lunga migliore dei precedenti.A mio avviso può essere considerato al livello della trilogia classica.
Nickname stuniverse Data 07-08-2005
Commento Uno spettacolo che cambia ciò che Lucas ha fatto in passato
Nickname Padme87 Data 30-03-2006
Commento QUESTO FILM è IL PIù BELLO DI TUTTA LA SEOLOGIA....ODIO LE PERSONE CHE DICONO CHE LA NUOVA TRIOLOGIA ABBIA FATTO PERDERE LA BELEZZA DELLA VECCHIA....XKE NON è COSI!LA STORIA D'AMORE TRA PADME E ANAKIN è STUPENDA ED HAYDEN è STATO BRAVISSIMO, MI HA FATTO COMMUOVERE LA SUA INTERPRETAZIONE.BELLISSIMA LA SCENA QUANDO LA MASCHERA SI CHIUDE SU ANAKIN è INIZIA IL FAMOSO RESPIRO DI VEDER, X ME KE SONO UNA FANS VEDERE FINALMENTE LA STORIA AL COMPLETO è STATO COME VEDERE REALIZATO UN SOGNO...
 

 

Nickname Nickname Data data
Commento

Per pubblicare IL TUO COMMENTO in questo spazio clicca QUI e compila il form!